Crea sito
Oggi è 17/08/2017, 2:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1973 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 191, 192, 193, 194, 195, 196, 197, 198  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Scopo del forum.
MessaggioInviato: 28/07/2011, 16:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/12/2009, 17:16
Messaggi: 265
ziotom ha scritto:
..............................
Ower, era questa la risposta che ti aspettavi de me ?


NI.....................leggermente più polemica :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Ciao


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Ti rispondo, fingendo che tu non sappia queste cose.
MessaggioInviato: 29/07/2011, 8:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
Avresti forse voluto che ti rispondessi che, purtroppo, nella via della transazione siamo stati in pochi a crederci, fin dall'inizio? I tentativi fatti, ex post, sono risultati goffi e inconcludenti non per mancanza di professionalità di chi ha cercato di intavolare delle trattative, ma per una serie di motivi che vanno dalla mancanza di un valido e numeroso supporto da parte della base (di cui, chissà per quale motivo, non si è mai voluto conoscere la reale forza), all'insufficiente studio preparatorio, al mancato inquadramento giuridico sia dello spontaneo gruppo di risparmiatori, sia degli ambasciatori. E queste sono, a mio modestissimo avviso, solo alcune, forse nemmeno le principali cause del fallimento di questa opzione. La conseguente mancanza di regole, se da un lato ha consentito a ciascuno di esprimere il proprio parere e la propria indignazione per quello che era capitato, dall'altro non ha permesso di tracciare una linea di condotta precisa ed incisiva con obiettivi conquistabili e programmati. Il segreto imposto sulle trattative è stato un velo dietro il quale è naufragato il sogno forse utopico di chi voleva tentare di ottenere in via stragiudiziale almeno un parziale ristoro dei danni patrimoniali subiti. Ovviamente, poi, gli accordi non si fanno da soli e se la controparte non vuole sedersi al tavolo, c'è poco, anzi nulla da fare, ma se si partecipa ad una trattativa e ci si alza senza aver ottenuto nulla, allora si può dare adito a dubbi che, nel caso in esame, io escludo. Potrei continuare, ma mi limito a constatare che, quando poi è stata avanzata l'idea di una soluzione giudiziale, alla quale auguro ogni più ampio successo, ogni altra pur possibile alternativa non solo non è stata più presa in considerazione, ma è risultata anche fastidiosa tanto da non poterne nemmeno accennare, costo attacchi personali di indubbia violenza, ma dubbio gusto.
Quanto detto avrebbe bisogno di un maggiore approfondimento e di giustificazione, ma non è questo né il tempo né l'occasione propizia.
Ora, dal momento che ormai non si tratta più di cronaca ma siamo ormai passati nella competenza della analisi storica e gli animi si sono (o dovrebbero essersi) ormai placati, queste cose si possono forse dire, non per spirito polemico, ma per amore di verità.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Scopo del forum.
MessaggioInviato: 10/08/2011, 22:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
BOCCIA (PD), SENTENZA CASSAZIONE IMPORTANTE A TUTELA RISPARMIATORI

ORA OCCORRE UNA NORMA CHIARA COME NOI CHIEDIAMO DA TEMPO Roma, 23 mar. [2011] (Adnkronos) - ''La SENTENZA della Cassazione stabilisce un principio importante, cioe' quello della responsabilita' delle autorita' di controllo nella tutela dei risparmiatori''. Lo dice Francesco Boccia, coordinatore delle commissioni Economiche del Gruppo del Pd alla Camera, commentando la condanna inflitta alla Consob. ''Abbiamo chiesto anche con interrogazioni parlamentari che questo principio sia introdotto nel nostro ordinamento sin dai giorni dello scandalo della LEHMAN BROTHERS ma il governo non si e' mai mosso'', dice Boccia. ''Per evitare che la magistratura intervenga su vuoti normativi o assenze della politica, torniamo a chiedere una norma per garantire risparmiatori e operatori non qualificati''.

----------------------
Può essere importante per noi?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Scopo del forum.
MessaggioInviato: 09/09/2011, 9:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/12/2009, 17:16
Messaggi: 265
Sicuramente è O.T. ma di estrema attualità! Ciao OWER.

Oggetto:DA FAR CIRCOLARE....E' UNA VERGOGNA




Omeopatia, dentista e psicologo tutti i rimborsi per i deputati
12 aprile 2011

Per la prima volta viene tolto il segreto su quanto costa ai contribuenti l'assistenza sanitaria integrativa dei deputati. Si tratta di costi
per cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una
assistenza privata finanziata da Montecitorio. A rendere pubblici questi dati sono stati i radicali che da tempo svolgono una campagna di trasparenza
denominata Parlamento WikiLeaks. Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli. Ma anche a 1109

loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i conviventi more uxorio. Ebbene, nel 2010, deputati e

parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per spese odontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche private).
Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per fisioterapia.
Per visite varie, 698mila euro.
Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro
familari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e 138 euro.
Visite omeopatiche 3mila e 636 euro.
I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del

Parlamento per 153mila euro di ticket.
Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati, tuttavia, sono stati desegretati. "Abbiamo chiesto - dice la Bernardini -
quanti e quali importi sono stati spesi nell'ultimo triennio per alcuneprestazioni previste dal 'fondo di solidarietà sanitarià come ad esempio
balneoterapia, shiatsuterapia, massaggio sportivo ed elettroscultura(ginnastica passiva). Volevamo sapere anche l'importo degli interventi per
chirurgia plastica, ma questi conti i Questori della Camera non ce li hanno voluti dare". Perché queste informazioni restano riservate, non accessibili?
Cosa c'è da nascondere?
Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera: "Il sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla Camera non

consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda non può

comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire le informazioni

secondo le modalità richieste".
Il partito di Pannella, a questo proposito, è contrario. "Non ritengo - spiega la deputata Rita Bernardini - che la Camera debba provvedere a dare
una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela per conto proprio avendo gia l'assistenza che hanno tutti i cittadini italiani.
Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un privilegio, possono pagarselo, visto che già dispongono di un rimborso di 25 mila

euro mensili, a farsi un'assicurazione privata.
Non si capisce perché questa 'mutua integrativà la debba pagare la Camera facendola gestire direttamente dai Questori". "Secondo noi - aggiunge -
basterebbe semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività dieci milioni di euro all'anno".
Mentre a noi tagliano sull'assistenza sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano anche massaggi e chirurgie plastiche

private - è il commento del presidente dell'ADICO, Carlo Garofolini - e sempre nel massimo silenzio di tutti.


...E NON FINISCE QUI...


“FANNO FINTA DI LITIGARE MA PER LORO E’ SEMPRE FESTA”
STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o
familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI
ESENTASSE
+
TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione
dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubblico impiego !!! )
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i
privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio,

una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare. Si sta promuovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni
possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA.

_________________
Sicuramente alla fine potremo dire: tutto il male non viene per nuocere; perchè mi ha consentito di conoscere persone come voi! Un grazie a tutti Ower


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Scopo del forum.
MessaggioInviato: 09/09/2011, 15:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
Ower ha scritto:
Sicuramente è O.T. ma di estrema attualità! Ciao OWER.

Oggetto:DA FAR CIRCOLARE....E' UNA VERGOGNA




Omeopatia, dentista e psicologo tutti i rimborsi per i deputati
12 aprile 2011

Per la prima volta viene tolto il segreto su quanto costa ai contribuenti l'assistenza sanitaria integrativa dei deputati. Si tratta di costi
per cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una
assistenza privata finanziata da Montecitorio. A rendere pubblici questi dati sono stati i radicali che da tempo svolgono una campagna di trasparenza
denominata Parlamento WikiLeaks. Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli. Ma anche a 1109

loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i conviventi more uxorio. Ebbene, nel 2010, deputati e

parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per spese odontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche private).
Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per fisioterapia.
Per visite varie, 698mila euro.
Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro
familari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e 138 euro.
Visite omeopatiche 3mila e 636 euro.
I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del

Parlamento per 153mila euro di ticket.
Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati, tuttavia, sono stati desegretati. "Abbiamo chiesto - dice la Bernardini -
quanti e quali importi sono stati spesi nell'ultimo triennio per alcuneprestazioni previste dal 'fondo di solidarietà sanitarià come ad esempio
balneoterapia, shiatsuterapia, massaggio sportivo ed elettroscultura(ginnastica passiva). Volevamo sapere anche l'importo degli interventi per
chirurgia plastica, ma questi conti i Questori della Camera non ce li hanno voluti dare". Perché queste informazioni restano riservate, non accessibili?
Cosa c'è da nascondere?
Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera: "Il sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla Camera non

consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda non può

comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire le informazioni

secondo le modalità richieste".
Il partito di Pannella, a questo proposito, è contrario. "Non ritengo - spiega la deputata Rita Bernardini - che la Camera debba provvedere a dare
una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela per conto proprio avendo gia l'assistenza che hanno tutti i cittadini italiani.
Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un privilegio, possono pagarselo, visto che già dispongono di un rimborso di 25 mila

euro mensili, a farsi un'assicurazione privata.
Non si capisce perché questa 'mutua integrativà la debba pagare la Camera facendola gestire direttamente dai Questori". "Secondo noi - aggiunge -
basterebbe semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività dieci milioni di euro all'anno".
Mentre a noi tagliano sull'assistenza sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano anche massaggi e chirurgie plastiche

private - è il commento del presidente dell'ADICO, Carlo Garofolini - e sempre nel massimo silenzio di tutti.


...E NON FINISCE QUI...


“FANNO FINTA DI LITIGARE MA PER LORO E’ SEMPRE FESTA”
STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o
familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI
ESENTASSE
+
TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione
dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubblico impiego !!! )
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i
privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio,

una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare. Si sta promuovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste informazioni
possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA.


Si è una vergogna, ma a loro non basta: sembra che nell'attuale manovra finanziaria, la classe politica si sia quasi completamente tirata fuori, come se a Deputati e Senatori con competesse fare nemmeno il minimo sacrificio per risanare il bilancio pubblico. Mi chiedo: chi li ha votati, lo rifarebbe ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Scopo del forum.
MessaggioInviato: 10/09/2011, 12:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/12/2009, 17:16
Messaggi: 265
ziotom ha scritto:
...............Mi chiedo: chi li ha votati, lo rifarebbe ?



Io mi chiedo anche, visto che certi privilegi sono ALL PARTISAN, quale contenitore di corpi cavernosi votare!
Ciao Ower

_________________
Sicuramente alla fine potremo dire: tutto il male non viene per nuocere; perchè mi ha consentito di conoscere persone come voi! Un grazie a tutti Ower


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: ... sono già tre anni, e non è cambiato quasi nulla !
MessaggioInviato: 12/09/2011, 17:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
Allegato:
img025.jpg
img025.jpg [ 4.23 KiB | Osservato 4909 volte ]
A tre anni dal crollo della LEHMAN BROTHERS i risparmiatori italiani, lasciati soli e chiamati a nuovi sacrifici, ribadiscono la loro rabbia.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Questa ci mancava !
MessaggioInviato: 20/09/2011, 9:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
"Agenzia rating Standards & Poor's declassa valutazione del'Italia. Decisione inattesa dovuta a instabilità politica". Il rating quindi passa da A+ ad A. Eppure la manovra è stata approvata e noi tutti ce ne siamo già accorti. Milano, ieri negativa, apre in positivo... :o


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Iniziativa del Comune di Padova.
MessaggioInviato: 28/09/2011, 15:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/12/2009, 23:35
Messaggi: 230
Notizia un po' datata, ma poco ripresa dalla stampa e ignorata anche nei forum più attenti.
Su http://www.padovanet.it/dettaglio.jsp?id=12809 si legge:


"Aggiornamento: 29/06/2011

Crac Lehman Brothers: aggiornamento sulle iniziative legali intraprese
Azione legale collettiva


IN EVIDENZA
Il 21 giugno 2011, al centro culturale Altinate/San Gaetano, si è tenuto l'incontro pubblico che ha illustrato nel dettaglio lo stato della controversia avviata.
Erano presenti all'incontro il presidente di Finanziaria APS, dott. Gaetano Sirone, gli avvocati Alvise Spinazzi e Mario Azzarita (rappresentanti dello studio legale a cui il Comune, ovvero Finanziaria APS, ha conferito l'incarico), il dott. Cesare Armellini e il dott. Matteo Trotta (rappresentanti di Consultique - società incaricata della consulenza finanziaria).

Con l'incontro del 21 giugno è stato illustrato lo stato del procedimento civile promosso presso il Tribunale di Padova, specificando che la causa è giunta alla fase istruttoria.
In particolare il Giudice Istruttore ha accolto le istanze probatorie di APS, disponendo Consulenza tecnica d'ufficio, finalizzata ad accertare l'effettiva rischiosità dei titoli Lehman Brothers acquistati dal Comune.
Per rispondere al quesito del magistrato i consulenti tecnici nominati dovranno esaminare una serie di dati tecnici concernenti i titoli (tra i quali l'andamento del prezzo, il rendimento, l'andamento dei valori dei CDS e il VaR).

L'esito delle operazioni peritali sarà reso noto in autunno.
La prossima udienza della causa è stata fissata nel mese di novembre 2011.
Alla luce dello stato del contenzioso si è suggerito ai risparmiatori di attendere l'esito della perizia disposta nel procedimento principale, in modo da poter verificare, prima di intraprendere azioni risarcitorie personali, se la rischiosità dell'investimento sarà (come si spera) confermata dagli esperti nominati dal Tribunale di Padova.

Se la consulenza tecnica risulterà favorevole per il Comune, i privati potranno beneficiare dei risultati ottenuti in sede istruttoria, valutando l'avvio di iniziative individuali per il ristoro delle perdite subite.
Nel frattempo si è presentata ai risparmiatori l'opportunità di inviare alla banca intermediaria, agli eventuali promotori finanziari e al Consorzio PattiChiari una lettera di messa in mora, in modo da impedire il maturare di qualsiasi termine di prescrizione.
La lettera dovrà essere inviata con raccomandata con avviso di ricevimento, presso la sede legale della banca intermediaria, presso la sede dell'eventuale promotore e presso la sede legale del Consorzio PattiChiari.

Nel corso della riunione si è dato altresì conto ai risparmiatori presenti dello sviluppo delle vicende attinenti alla procedura di insolvenza americana (c.d. "Chapter 11"), specificando che sono stati attualmente presentati presso il tribunale fallimentare tre piani alternativi, che prevedono un tasso approssimativo di rimborso variabile tra il 16% (piano Goldman dell'aprile 2011), il 21,4% (piano Alvarez & Marsal del gennaio 2011) ed il 24% (piano Paulson del dicembre 2010).

Allo stato attuale non è ancora possibile dire con esattezza quando verranno effettivamente corrisposti i primi rimborsi, essendo tuttora in corso alcuni contenziosi legali finalizzati a recuperare sostanze da destinarsi agli obbligazionisti e agli altri creditori dell'emittente Lehman Brothers."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Iniziativa del Comune di Padova.
MessaggioInviato: 29/09/2011, 10:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/12/2009, 17:16
Messaggi: 265
ziotom ha scritto:
Notizia un po' datata, ma poco ripresa dalla stampa e ignorata anche nei forum più attenti.
Su http://www.padovanet.it/dettaglio.jsp?id=12809 si legge:


"Aggiornamento: 29/06/2011

Crac Lehman Brothers: aggiornamento sulle iniziative legali intraprese
Azione legale collettiva


IN EVIDENZA
Il 21 giugno 2011, al centro culturale Altinate/San Gaetano, si è tenuto l'incontro pubblico che ha illustrato nel dettaglio lo stato della controversia avviata.
Erano presenti all'incontro il presidente di Finanziaria APS, dott. Gaetano Sirone, gli avvocati Alvise Spinazzi e Mario Azzarita (rappresentanti dello studio legale a cui il Comune, ovvero Finanziaria APS, ha conferito l'incarico), il dott. Cesare Armellini e il dott. Matteo Trotta (rappresentanti di Consultique - società incaricata della consulenza finanziaria).

Con l'incontro del 21 giugno è stato illustrato lo stato del procedimento civile promosso presso il Tribunale di Padova, specificando che la causa è giunta alla fase istruttoria.
In particolare il Giudice Istruttore ha accolto le istanze probatorie di APS, disponendo Consulenza tecnica d'ufficio, finalizzata ad accertare l'effettiva rischiosità dei titoli Lehman Brothers acquistati dal Comune.
Per rispondere al quesito del magistrato i consulenti tecnici nominati dovranno esaminare una serie di dati tecnici concernenti i titoli (tra i quali l'andamento del prezzo, il rendimento, l'andamento dei valori dei CDS e il VaR).

L'esito delle operazioni peritali sarà reso noto in autunno.
La prossima udienza della causa è stata fissata nel mese di novembre 2011.
Alla luce dello stato del contenzioso si è suggerito ai risparmiatori di attendere l'esito della perizia disposta nel procedimento principale, in modo da poter verificare, prima di intraprendere azioni risarcitorie personali, se la rischiosità dell'investimento sarà (come si spera) confermata dagli esperti nominati dal Tribunale di Padova.

Se la consulenza tecnica risulterà favorevole per il Comune, i privati potranno beneficiare dei risultati ottenuti in sede istruttoria, valutando l'avvio di iniziative individuali per il ristoro delle perdite subite.
Nel frattempo si è presentata ai risparmiatori l'opportunità di inviare alla banca intermediaria, agli eventuali promotori finanziari e al Consorzio PattiChiari una lettera di messa in mora, in modo da impedire il maturare di qualsiasi termine di prescrizione.
La lettera dovrà essere inviata con raccomandata con avviso di ricevimento, presso la sede legale della banca intermediaria, presso la sede dell'eventuale promotore e presso la sede legale del Consorzio PattiChiari.

Nel corso della riunione si è dato altresì conto ai risparmiatori presenti dello sviluppo delle vicende attinenti alla procedura di insolvenza americana (c.d. "Chapter 11"), specificando che sono stati attualmente presentati presso il tribunale fallimentare tre piani alternativi, che prevedono un tasso approssimativo di rimborso variabile tra il 16% (piano Goldman dell'aprile 2011), il 21,4% (piano Alvarez & Marsal del gennaio 2011) ed il 24% (piano Paulson del dicembre 2010).

Allo stato attuale non è ancora possibile dire con esattezza quando verranno effettivamente corrisposti i primi rimborsi, essendo tuttora in corso alcuni contenziosi legali finalizzati a recuperare sostanze da destinarsi agli obbligazionisti e agli altri creditori dell'emittente Lehman Brothers."

GRAZIE
Non si sà mai :mrgreen:

_________________
Sicuramente alla fine potremo dire: tutto il male non viene per nuocere; perchè mi ha consentito di conoscere persone come voi! Un grazie a tutti Ower


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1973 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 191, 192, 193, 194, 195, 196, 197, 198  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Blue Moon by Trent © 2007
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Creare forum
Traduzione Italiana phpBB.it